Le AKG K271 MKII sono cuffie da studio professionali di tipo circumaurale chiuso e sono famose per l’ottima qualità fedeltà audio che sono in grado di offrire, ad un prezzo molto interessante. La gamma di frequenze viene riprodotta in modo del tutto bilanciato e il dettaglio sonoro che si percepisce durante l’ascolto o la composizione dei brani musicali, è di ottimo livello.

AKG K 271 MKII

Il Nostro Voto

Dove Acquistarle al Miglior Prezzo?

 

Video AKG K271 MKII

 

Recensione Completa AKG K271 MKII

Oggi vi parleremo delle AKG K271 MKII, si tratta di cuffie professionali circumaurali ideali per gli studi di registrazione. Queste cuffie da studio, non solo forniscono una qualità audio di alto livello e un ottimo isolamento acustico passivo, ma offrono anche una buona dotazione di accessori tra cui due cavi, uno liscio ed uno a spirale e due coppie di padiglioni sostituibili, di cui una coppia in ecopelle già montata e l’altra in morbido velluto.

Il suono di queste cuffie è ben definito su tutte le frequenze, è ideale per ascoltare senza forzature i brani musicali nella loro interezza e senza enfatizzare in maniera poco naturale le nostre registrazioni.

Assolutamente contenti di aver potuto provare queste gratificanti cuffie da studio, vediamo insieme quali sono le loro caratteristiche principali, la qualità dei materiali, il comfort, la qualità audio e soprattutto le nostre opinioni.

1. Confezione, Design e Materiali 

Queste cuffie made in Austria, di tipo circumaurale chiuso, hanno il tipico archetto metallico delle AKG in abbinamento alla morbida fascia, con su impresso il marchio AKG. Le AKG K271 MKII sono inoltre fornite di un microswitch montato nell’archetto, che interrompe automaticamente la musica quando le cuffie vengono tolte, per poi riprenderla nel momento in cui le cuffie vengono reindossate.

I due ottimi driver invece, sono protetti da un rivestimento in plastica di buona qualità e montano due padiglioni imbottiti e rivestiti in ecopelle, mentre come abbiamo accennato precedentemente, il secondo paio di padiglioni in velluto, si trova all’interno della confezione.

Le AKG K 271 MKII montano poi un connettore mini-XLR professionale a 3 pin, a cui è possibile collegare rapidamente o il cavo liscio da 3 metri o il cavo a spirale da 5 metri, sempre presenti nella confezione, ambedue dotati di connettore mini jack da 3,5 mm placcato oro.

Sempre all’interno della confezione, troviamo inoltre l’indispensabile adattatore jack a vite placcato oro con ingresso da 3,5 mm ed uscita da 6,3 mm, oltre alla garanzia e al dettagliato libretto di istruzioni e manutenzione.

 

2. Comodità ed Ergonomia

Per quanto riguarda l’aspetto ergonomico, provando le AKG K271 MKII, notiamo subito che si tratta di cuffie ergonomiche e assolutamente comode da usare, grazie ai padiglioni imbottiti e alla comoda fascia dell’archetto. Naturalmente trattandosi di cuffie chiuse, l’isolamento dall’ambiente esterno deve essere una prerogativa imprescindibile e le cuffie AKG, assolvono ottimamente a questo compito, abbattendo in modo efficace i rumori esterni.

Appena le abbiamo posizionate sulla testa, ci siamo subito resi conto di come la pressione dei padiglioni sulle orecchie, è tale da consentirne una buona aderenza ma senza risultare eccessiva. Il comfort generale è veramente buono, i padiglioni sono assolutamente morbidi e non affaticano le orecchie in alcun modo, bisogna solo stare attenti all’utilizzo in periodo estivi, perché questo genere di imbottitura, tende a far sudare le orecchie.

L’inserimento dello spinotto mini-XLR dei cavi in dotazione è preciso e rapido, cosa che fa notare la buona qualità dei singoli componenti, sottolineata dalla placcatura in oro delle parti metalliche.

Abbiamo voluto provare anche i padiglioni rivestiti in velluto che con questa copertura, dovrebbero facilitare la traspirazione, riscontrando con piacere l’accuratezza della loro realizzazione e la semplicità nell’operazione di sostituzione.

Infine, abbiamo trovato ottima anche la qualità generale dei cavi (ben schermati e di sezione adeguata) e dello spinotto riduttore, tutti forniti in dotazione con le AKG K271 MKII.

 

3. Qualità dell’Audio

Ora viene il bello, ovvero vi parleremo della qualità sonora che le AKG K271 MKII sono in grado di offrire. Le caratteristiche tecniche dichiarate, mostrano una sensibilità di 104 dB/V, con una risposta in frequenza che parte dai 16 Hz sino a raggiungere i 28.000 Hz.

L’impedenza nominale è invece di 55 ohm che non costringe all’uso continuo di un amplificatore, sempre che il segnale in ingresso sia sufficientemente alto. Con una potenza nominale di 200 mW, alla prova di ascolto, le AKG K271 MKII risultano precise e ricche di dettagli sia nelle frequenze alte che in quelle medie, i bassi invece, in stile AKG, pur se ben presenti e intellegibili, possono sembrare meno incisivi, specialmente se si ama ascoltare generi musicali dove le frequenze basse sono sempre molto enfatizzate.

Il nostro giudizio generale riguardo le AKG K 271 MKII è sicuramente positivo, le voci risultano piuttosto naturali, precise e ricche di sfumature. Si tratta di cuffie ottime da utilizzare per il mix di brani musicali e lavori di montaggio audio in generale.

Uno degli aspetti fondamentali delle AKG K271 MKII, riguarda l’isolamento acustico passivo, dovuto alla speciale imbottitura che caratterizza proprio le cuffie AKG da studio. Praticamente queste cuffie isolano in modo efficacie il suono, sia in entrata, sia in uscita e ciò rende le AKG K271 MKII ideali per incidere la voce negli studi di registrazione, sia per quanto riguarda le sessioni musicali che per quanto riguarda le sessioni di doppiaggio.

Ritornando invece al discorso della qualità audio, le K271 MKII sono in grado di separare bene i vari strumenti e le voci, restituendo un suono tridimensionale e decisamente appagante, sempre molto naturale su tutte le frequenze. Ci si dimentica anche di indossarle, perché sono assolutamente comode e morbide, anche utilizzando il cavo a spirale che non va naturalmente tenuto in tensione, sia per il peso che per l’eventuale distacco del jack, causato dall’effetto molla di questo tipo di cavi.

Abbiamo notato anche che le AKG K271 MK II, distorcono il suono con molta difficoltà, infatti accade solamente nel caso in cui l’audio in entrata è eccessivamente alto o nel caso in cui esageriamo nella regolazione di un eventuale equalizzatore, soprattutto per quello che riguarda le basse frequenze.

Infine, per concludere con il paragrafo della qualità audio di queste cuffie da studio, abbiamo trovato particolarmente comoda, la funzione che interrompe la riproduzione audio, non appena le cuffie vengono tolte dalla testa, evitando così la diffusione del suono che potrebbe arrecare disturbo ad eventuali persone accanto a noi, specialmente se stiamo ascoltando musica di notte ad un volume abbastanza sostenuto.

 

Scheda Tecnica

  • Tipo cuffia: chiusa
  • Risposta in Frequenza: 16 – 28000 Hz
  • Sensibilità Cuffie: 104 dB SPL / V
  • Max . Alimentazione in ingresso: 200 mW
  • Impedenza: 55 Ohm
  • Cavo staccabile: sì
  • Lunghezza cavo: 3 m
  • Cuscinetti dei Padiglioni sostituibili: sì
  • Tipo di Interfaccia Audio: Ad avvitamento su Jack Combo (1/4″ e 1/8″)
  • Genere: maschile
  • Contatti: 3 poli
  • Finitura: oro
  • Lunghezza: 110 millimetri
  • Larghezza: 205 mm
  • Altezza: 200 mm
  • Peso netto: 240 g
  • PDF scaricabile dei componenti della cuffia: AKG K271 MKII – Componenti

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Suono pulito, ben dettagliato e assolutamente bilanciato
  • Leggere e poco affaticanti
  • Interruzione del suono quando non indossate
  • Ricca dotazione di serie
  • Ottimo rapporto qualità / prezzo

svantaggi

Svantaggi

  • Manca una custodia o sacchetta in cui riporre le cuffie
  • Cuffie non adatte a chi cerca una certa enfatizzazione sulle basse frequenze

 

Le Nostre Opinioni

In conclusione, abbiamo trovato ammirevole la dotazione di serie di queste AKG K271 MKII, specialmente la coppia di padiglioni in velluto da sostituire eventualmente a quelle di serie in ecopelle. Tuttavia, per essere proprio pignoli, avremmo preferito trovare anche una sacchetta in dotazione in cui riporre le cuffie, quando inutilizzate, quindi dovremmo accontentarci di riporle semplicemente sulla scrivania da lavoro.

In generale, le AKG K271 MKII, risultano assemblate in maniera molto accurata e con materiali di prima qualità che, da quanto appurato da chi le utilizza già da tempo, non necessitano della sostituzione di alcun componente, compreso il microswitch, dove è impresso il nome del modello.

Ma la qualità costruttiva di queste cuffie, non è il solo vantaggio che abbiamo riscontrato, infatti le AKG K271 MKII riproducono in modo molto fedele, un’ampia gamma di frequenze ed inoltre offrono un’isolamento acustico tale, da renderle ideali per le registrazioni vocali negli studi di registrazione. Sono comunque ottime anche per il missaggio di brani musicali, grazie al loro sound equilibrato e abbastanza naturale. Noi le consigliamo assolutamente, anche a chi ama semplicemente ascoltare musica di qualsiasi genere musicale, magari un po’ meno per la musica elettronica o comunque tutti quei generi musicali, in cui fa piacere ascoltare una certa enfatizzazione sulle basse frequenze.

 

Voti Finali

  • Design - 8/10
    8/10
  • Materiali - 8.5/10
    8.5/10
  • Comodità - 8.8/10
    8.8/10
  • Qualità Audio - 8.6/10
    8.6/10
  • Qualità / Prezzo - 8.7/10
    8.7/10

Il Nostro Voto Totale

8.5/10

 

 

Share Button

Ti potrebbe interessare anche: