Le Beyerdynamic DT 770 PRO sono cuffie circumaurali chiuse, utilizzate prevalentemente in ambito professionale. Queste cuffie offrono un buon livello di isolamento acustico. Queste cuffie sono disponibili inoltre in tre varianti a seconda dell’impedenza, che può essere di 32, 80 o 250 Ohm.

Beyerdynamic DT 770 PRO

Il Nostro Voto

Dove Acquistarle al Miglior Prezzo?

 

Video Beyerdynamic DT 770 PRO

 

Recensione Completa Beyerdynamic DT 770 PRO

Dopo un debutto risalente a circa 30 anni fa, le Beyerdynamic DT770 PRO sono tuttora prodotte in Germania e le vedremo più nel dettaglio in questa nostra recensione. Iniziamo col dire che le Beyerdynamic DT 770 PRO sono cuffie dinamiche chiuse di tipo circumaurale, ovvero con earpad che circondano completamente il padiglione auricolare. Queste cuffie vengono inoltre vendute in 3 versioni con diverse impedenze:

32 Ohm: versione adatta per l’uso consumer, con pc, dispositivi mobili o strumenti come sintetizzatori e chitarre amplificate;

80 Ohm: cuffie da studio, ideali per essere usate dai musicisti durante le registrazioni;

250 Ohm: versione da studio, ideale per ingegneri e tecnici del suono. Le Beyerdynamic DT 770 PRO 250 ohm sono in grado di riprodurre un alto livello di dettagli senza distorcere i suoni.

Al di là di queste differenze, le Beyerdynamic DT 770 PRO sono cuffie leggere, dal peso di 350 grammi circa. Hanno earpad morbidi e regolabili che coprono completamente l’orecchio, con un buon livello di isolamento dai rumori esterni. All’occorrenza comunque, gli earpad possono essere sostituiti facilmente.

La risposta in frequenza di tutte le versioni è inoltre di 5 – 35.000 Hz, mentre la sensibilità è di 96 db.

Il cavo poi è lungo 3 metri nelle versioni da 80 e 250 Ohm e 1,6 metri in quella da 32 Ohm. È collegato direttamente al pad sinistro ed è dotato di un jack da 3,5 millimetri cui può essere applicato l’adattatore da 6,35 mm.

Dopo questa rapida panoramica sulle cuffie Beyerdynamic DT 770 PRO, andiamo a vedere ora gli aspetti principali nel dettaglio, iniziando proprio dal contenuto della confezione.

1. Confezione, Design e Materiali 

La confezione delle Beyerdynamic DT 770 PRO comprende, oltre alle cuffie, il plug adattatore da 3,5 a 6,3 millimetri, le informazioni sulla garanzia e le istruzioni d’uso.

Dal punto di vista costruttivo, siamo certamente di fronte a un prodotto di qualità, realizzato in metallo e plastica ben assemblati. Il design non è particolarmente ricercato, ma l’aspetto non è il punto di forza di queste cuffie, che invece puntano molto sulla solidità, sulla comodità e sulla qualità del suono.

L’archetto in metallo è flessibile e ricoperto da una fascia in finta pelle, imbottita con materiale morbido e chiusa con dei bottoni molto comodi perché consentono di poter sostituire l’imbottitura dell’archetto quando necessario.

Gli earpad delle Beyerdynamic DT 770 PRO invece hanno un’imbottitura molto soffice rivestita in velluto. Precisiamo che gli earpad in velluto sono presenti solo nelle versioni a 80 e 250 ohm, nella cuffie da 32 ohm, invece, il rivestimento è in classico similpelle.

La struttura che sorregge gli earpad invece, è realizzata in plastica dura, così come la giunzione tra l’archetto e i padiglioni di queste cuffie.

A seconda della versione acquistata, il cavo può essere spiralato (versione 250 ohm) e lungo o 3 metri (80 e 250 ohm) o 1,6 metri. In tutti i casi è collegato direttamente al pad sinistro, da cui parte il filo che, passando sotto il rivestimento dell’archetto, arriva al pad destro.

Infine, all’interno dei pad sono collocati i driver da 45 mm realizzati con magnete al neodimio ma più avanti nella recensione, vedremo comunque nel dettaglio tutte le caratteristiche tecniche di queste DT 770 PRO.

 

2. Comodità ed Ergonomia

La prima caratteristica che si nota nelle Beyerdynamic DT 770 PRO è sicuramente la loro leggerezza, pesano infatti 350 grammi, che per essere cuffie circumaurali di questa portata, è sicuramente un dato da non sottovalutare.

Una volta indossate, ci si rende conto di come le Beyerdynamic DT 770 PRO siano cuffie particolarmente comode, infatti gli earpad, grazie alla loro morbida imbottitura, poggiano perfettamente sul capo che, inoltre, nella parte superiore, è protetto dal morbido rivestimento dell’archetto, anch’esso particolarmente comodo e piacevole.

Come abbiamo già anticipato, il rivestimento dell’archetto è chiuso alle estremità da bottoni, per cui è molto semplice toglierlo e sostituirlo, così come all’occorrenza si possono sostituire gli earpad.

Uno dei vantaggi dell’avere il rivestimento in velluto piuttosto che in simil-pelle (almeno nelle due versioni che ne sono provviste), è che l’orecchio suda molto meno e di conseguenza il comfort durante l’uso aumenta. Sul capo non si avvertono pressioni in nessun punto in particolare, tanto che è possibile affermare che questo sia uno dei modelli di cuffie più comodi presenti sul mercato.

Ovviamente, come accade per la maggior parte delle cuffie in commercio, anche le Beyerdynamic DT 770 PRO permettono di regolare in altezza l’archetto, ottimizzandone il comfort in fase di utilizzo. Le dimensioni degli earpad invece, sono tali da circondare tutto l’orecchio, anche se questo ha dimensioni sopra la media.

 

3. Qualità dell’Audio e Funzionalità Aggiuntive

Abbiamo visto che dal punto di vista del comfort le Beyerdynamic DT 770 PRO si pongono al top della categoria delle cuffie ergonomiche. Vediamo ora come è la loro resa sul campo analizzando la qualità dell’audio.

Abbiamo detto che ogni variante delle Beyerdynamic DT 770 PRO ha un suo target di riferimento, che varia a seconda dell’uso delle cuffie. Dal punto di vista costruttivo, nel modello a impedenza più bassa, il filo che avvolge la bobina del driver è leggermente più spesso, in tal modo la variante da 32 ohm ha un volume più alto con i dispositivi a basso voltaggio, viceversa nelle cuffie a impedenza più alta viene usato un filo molto sottile.

Le Beyerdynamic DT 770 PRO 32 ohm sono adatte all’ascolto con computer, lettori mp3 portatili e smartphone, ovvero dispositivi che funzionano con una batteria (ricaricabile e non), sintetizzatori o amplificatori degli strumenti, ad esempio quelli per la chitarra.
Questa versione delle DT 770 PRO ha il suo punto di forza nella riproduzione dei bassi che risultano molto rotondi e accentuati, caratteristica presente in tutta la musica hip hop e nella musica elettronica in generale, generi con i quali le potenzialità delle cuffie si esprimono al meglio.

Presenti sul mercato da più tempo e più diffuse tra gli utenti sono invece le Beyerdynamic DT 770 PRO 80 e 250 Ohm. Rispetto alla versione 32 Ohm questi modelli sono adatti ad essere usati con un amplificatore, in studio di registrazione, con computer e mixer o con un impianto stereo.

Ad accomunare tutte e 3 le versioni c’è, in generale, la risposta nella gamma delle basse frequenze che risulta ottima e bilanciata con le frequenze medie e alte, che però possono risultare poco incisive quando si ascolta musica rippata o registrata con scarsa qualità.

Le Beyerdynamic DT 770 Pro 250 Ohm hanno all’incirca le stesse caratteristiche delle DT 770 Pro 80 Ohm ma, a differenza di queste, hanno una riproduzione più brillante delle medio-alte frequenze, mentre le basse frequenze sono leggermente meno enfatizzate.

È d’obbligo però sottolineare che, in realtà, si tratta soprattutto di leggere sfumature, per cui possiamo affermare che la resa dei due modelli è praticamente simile.
Ciò che cambia è l’ambito di utilizzo: le Beyerdynamic DT 770 Pro da 250 Ohm sono cuffie più adatte ad un uso professionale, infatti spesso vengono usate da tecnici e ingegneri del suono negli studi di registrazione e durante concerti live.

Le Beyerdynamic DT 770 PRO da 80 ohm, invece, sono più indicate per un uso semi-professionale e vantano anche un’edizione speciale denominata DT 770 M, progettata apposta per essere utilizzata negli ambienti molto rumorosi: hanno un archetto meno flessibile, pad e earpad speciali, in grado di assicurare un livello molto alto di isolamento acustico, mantenendo lo stesso livello di comfort e qualità audio del modello da cui derivano.

Per quanto riguarda la risposta in frequenza invece, tutte le versioni di Beyerdynamic DT 770 Pro hanno un valore compreso tra 5 e 35.000 Hz, mentre la pressione del suono è per tutte di 96 decibel.

 

Scheda Tecnica

  • Tipo di trasduttore: Dinamico
  • Tipo di cuffia: Chiusa
  • Risposta in frequenza nominale: 5 – 35.000 Hz
  • Impedenza nominale: 32 Ω / 80 Ω / 250 Ω
  • SPL nominale: 96 dB SPL
  • T.H.D nominale: <0,2%
  • Capacità di potenza: 100 mW
  • Forma del padiglione: Circumaurale
  • Isolamento Acustico versione 32 Ω: circa. 20 dBA
  • Isolamento Acustico versione 80 Ω: circa. 18 dBA
  • Pressione archetto nominale: circa. 3,5 N
  • Peso (senza cavo): 270 g
  • Lunghezza e tipo di cavo versione 32 Ω: 1,6 m / cavo diritto
  • Lunghezza e tipo di cavo versione 80 Ω: 3 m / cavo diritto
  • Lunghezza e tipo di cavo versione 250 Ω: 3 m / cavo a spirale
  • Tipo di Connessione: Placcato oro stereo
  • Connettori: jack da 3,5 mm e un adattatore da 1/4 ” (6,35 mm)

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Qualità costruttiva
  • Comodità ed Ergonomia
  • Leggerezza
  • Ottimo rapporto Qualità / Prezzo
  • Ottima qualità del suono e bilanciamento della riproduzione
  • Risposta in Frequenza ampia
  • Versatilità d’uso
  • Ottimo sia per il mixing e mastering che per il semplice ascolto
  • Ottimo isolamento acustico

svantaggi

Svantaggi

  • La versione 32 ohm ha il rivestimento degli earpad in finta pelle
  • Leggermente ingombranti
  • Non adatte a chi cerca un suono più aperto e particolarmente flat

 

Le Nostre Opinioni

Con l’immissione sul mercato di 3 varianti dello stesso prodotto, la Beyerdynamic ha voluto creare un modello di cuffie che fosse adatto per tutti gli usi.

Le ultime arrivate in vendita, le Beyerdynamic DT 770 PRO 32 Ohm, sono state progettate per il mercato consumer e per chi ama ascoltare musica in movimento tramite lettore mp3 o smartphone. A questo proposito hanno un cavo più corto, purtroppo però privo di comandi inline, aspetto un po’ sfavorevole per chi ne fa questo uso. Rispetto alle sorelle maggiori poi, dal punto di vista ergonomico, sono più penalizzate perché i loro earpad sono rivestiti in similpelle e non in velluto, caratteristica che può causare così una maggior sudorazione durante l’uso prolungato.

Le due varianti da 80 e 250 Ohm hanno invece un altro target di acquirenti e, ovviamente, un utilizzo diverso, più professionale.
Mentre le Beyerdynamic DT 770 PRO 250 Ohm hanno la loro collocazione ideale in studio di registrazione, la variante da 80 Ohm è quella più versatile e diffusa tra chi cerca un paio di cuffie di buona qualità: le Beyerdynamic DT 770 PRO 80 Ohm, infatti, sono adatte per ascoltare qualsiasi genere musicale, utilizzando come fonte sia il pc (magari con una scheda audio esterna dotata di uscita amplificata), sia un sistema hifi.

In conclusione, le Beyerdynamic DT 770 PRO sono delle ottime cuffie chiuse che consigliamo soprattutto a chi ricerca un suono bilanciato ma comunque con una buona profondità nelle basse frequenze. Noi le consigliamo non solo per l’ascolto di musica, ma soprattutto per eseguire mix e mastering di brani musicali elettronici e hip-hop.

 

Voti Finali

  • Design - 8.3/10
    8.3/10
  • Materiali - 8.4/10
    8.4/10
  • Comodità - 8.6/10
    8.6/10
  • Qualità Audio - 8.6/10
    8.6/10
  • Qualità / Prezzo - 8.8/10
    8.8/10

Il Nostro Voto Totale

8.5/10

 

 

Share Button

Ti potrebbe interessare anche: