Le Grado SR325e sono tra le cuffie monitor più apprezzate dagli audiofili. La limpidezza delle frequenze riprodotte da queste cuffie è a dir poco eccezionale. I padiglioni sono di tipo aperto per offrire un soundstage elevato e adatto alla musica acustica. Inoltre i materiali di costruzione sono assolutamente pregiati.

Grado SR325e

Il Nostro Voto

Dove Acquistarle al Miglior Prezzo?

 

Video Grado SR325e

 

Recensione Completa Grado SR325e

La cuffia Grado SR325e è considerata il modello flagship della Serie Prestige di Grado-Laboratories. Uscita sul mercato nel 2014, ha vinto l’Hi Fi Grand Prix Award promosso dalla rivista AudioVideo.

Per la cuffia Grado SR325e, è stato progettato un nuovo driver che minimizza le distorsioni transitorie. Inoltre, grazie al design del cavo a 8 conduttori, questa cuffia ha un ottimo controllo e un’eccellente stabilità della gamma superiore e inferiore dello spettro di frequenze (18 – 24000 Hz).

Inoltre, le Grado SR325e producono un suono (che è tipico della Grado) con una dinamica eccellente ma soprattutto ricco di dettagli e assolutamente fedele alla realtà.

Non poteva dunque mancare una nostra recensione su queste cuffie da studio di alto livello come le Grado SR 325e, quindi non vi resta che leggerla con la speranza che sia di vostro gradimento.

1. Materiali della Componentistica Interna 

Trattandosi di cuffie monitor professionali di alto livello, abbiamo deciso di scrivere un intero paragrafo riguardante i materiali con cui le Grado SR325e sono state progettate, proprio perché si tratta di materiali pregiati che permettono di ottenere un sound assolutamente limpido e cristallino.

Per prima cosa, le Grado SR325e sono cuffie di tipo aperto, soluzione questa che facilita la riduzione della distorsione e soprattutto delle risonanze sulle basse frequenze.

I padiglioni di queste cuffie però, oltre ad essere aperti, sono di tipo sovraurale (quindi poggiano semplicemente sull’orecchio) e sono costruiti in alluminio: ciò consente di ottenere transizioni più morbide della gamma di frequenza, dalla più bassa alla più alta.

La membrana delle Grado SR325e invece, è realizzata con un polimero a bassa densità, ed è stata attentamente progettata per essere molto sensibile alle vibrazioni e assicurare una certa regolarità nello spettro audio. Un altro fattore molto importante inoltre, è lo spessore della membrana che è determinato dal suo peso rispetto alla sospensione, in questo modo dunque, le basse frequenze vengono riprodotte più fedelmente.

Per quanto riguarda il metallo utilizzato nelle cuffie monitor Grado SR325e, è lavorato in una lega molto dura, non risonante, si tratta dunque di una lavorazione speciale che aumenta la sua porosità. Questo complesso trattamento, assicura che la camera degli auricolari, non produca vibrazioni che potrebbero oscurare i dettagli o aggiungere gradazioni sonore non desiderate.

Inoltre, le Grado SR325e utilizzano magneti al neodimio (uno dei materiali più utilizzati e diffusi) di altissima potenza per offrire un suono migliore anche ad alto volume. Infine, il filamento di rame UHPLC ad altissima purezza che compone gli avvolgimenti, garantisce un’elevata conduttanza, producendo una trasmissione del suono assolutamente limpida.

 

2. Comodità ed Ergonomia

In questo paragrafo, possiamo invece concentrarci sui materiali di costruzione esterni di queste cuffie ma soprattutto sul comfort che si prova utilizzando queste cuffie aperte.

Con uno stile vintage anni ’60, l’archetto delle Grado SR325e è stato realizzato in vera pelle, la cuffia risulta così estremamente elegante, oltre ad essere anche particolarmente resistente, comoda ed ergonomica. Le Grado SR325e infatti, sono state ottimizzate anche dal punto di vista del comfort e permettono dunque lunghi ascolti, senza affaticare le orecchie o comprimere in modo fastidioso la testa.

Qualcuno sostiene che le Grado SR325e necessitino di un rodaggio di circa 10 ore, perché la gommapiuma aderisca perfettamente alle orecchie, altri invece si sono lamentati della tendenza dell’archetto a pendere all’indietro, anziché in avanti. Noi comunque, abbiamo trovato queste cuffie assolutamente comode fin da subito e la cosa che più ci ha colpiti è sicuramente la loro estrema leggerezza.

La costruzione in generale è solida e robusta e allo stesso tempo, assicura anche una certa flessibilità, grazie ai padiglioni che ruotano di 360 gradi. I cuscinetti auricolari poi, sono imbottiti in schiuma e poggiano sulle orecchie, visto che si tratta di cuffie sovraurali.

Le Grado SR325e infine, possono essere regolate in altezza tramite due perni in metallo, gli stessi che consentono ai padiglioni di ruotare completamente, favorendo così un’adeguata adattabilità. La scelta costruttiva di utilizzare dei perni in metallo poi, è stata particolarmente apprezzata dagli utenti perché donano a queste cuffie non solo un aspetto particolarmente resistente, ma evitano quei fastidiosi cigolii che a volte si vengono a creare in cuffie realizzate prevalentemente in materiale plastico.

 

3. Qualità dell’Audio

Dal punto di vista del suono, le Grado SR325e riproducono la gamma di frequenze alte e medie in modo particolarmente nitido e chiaro, con una quantità di dettagli veramente elevata. Ciò risulta sicuramente apprezzabile da chi cerca una prestazione sonora assolutamente pura, riproducendo un suono altamente fedele alla realtà.

Non si può negare la definizione audio delle Grado SR325e, in particolare nelle frequenze alte. Producono un suono ricco di dettaglio e dinamico che potrebbe piacere molto agli amanti del genere rock e derivati e anche se le basse frequenze sono abbastanza profonde, queste cuffie non sono probabilmente l’ideale per chi invece ama ascoltare quei generi musicali in cui i bassi sono particolarmente “sovrastanti”, come l’elettronica o l’hip hop.

Per quanto riguarda gli appassionati della musica classica, invece, questo modello non consente del tutto di rappresentare la profondità di campo di un’orchestra e c’è una leggerissima latenza nel riprodurre ad esempio le timbriche di un organo o di un violoncello. Tuttavia, la massa totale del diaframma è calcolata per fornire una larghezza di banda completa, evitando break-up alle frequenze più basse. Per aumentare la risposta dei bassi e garantire la percezione di una scena sonora più ampia, sono dunque stati fatti perfezionamenti tecnici, riguardanti soprattutto il miglioramento del diaframma e il design a bobina. Non dimenticate comunque che ci troviamo di fronte a delle cuffie di alto livello, quindi a meno che non siate dei veri e propri audiofili, queste cuffie sono indubbiamente ottime anche per ascoltare musica sinfonica.

Rispetto al modello precedente comunque (Grado SR325i), il sound delle Grado SR325e risulta sicuramente più coinvolgente e reale, infatti nell’ascolto di ogni traccia, ciascuno strumento viene ben distinto e percepito con estrema chiarezza e precisione, rendendo il tutto molto più naturale.
Nelle riproduzioni timbriche, quali quelle di campane o carillon ad esempio, il suono risulta brillante e dai contorni decisamente netti, ma soprattutto ben equilibrato.

Per quanto riguarda l’isolamento acustico invece, essendo cuffie aperte, non isolano praticamente nulla, proprio perché i padiglioni sono aperti e quindi lasciano passare l’aria attraverso, restituendo comunque un audio più brillante rispetto alle cuffie di tipo chiuso, che al contrario, restituiscono un audio più ovattato, ma con una migliore risposta nelle basse frequenze. È comunque tutta questione di gusti…..

 

Scheda Tecnica

  • Tipo di Cuffia: aperta e dinamica
  • Risposta in Frequenza: 18 – 24.000 Hz
  • Sensibilità: 99.8 dB
  • Impedenza: 32 Ohms
  • Driver Matched dB: .05 dB
  • Adattatore jack da 3,5 mm a 6,5 mm placcato oro, fornito in dotazione
  • Materiale Archetto: pelle

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Materiali di costruzione pregiati e resistenti
  • Suono limpido, bilanciato e ricco di sfumature
  • Assoluta precisione timbrica
  • Ottimo comfort dei padiglioni
  • Estremamente leggere
  • I padiglioni possono essere completamente ruotati

svantaggi

Svantaggi

  • Non sono adatte per l’ascolto di qualsiasi genere musicale
  • Essendo cuffie aperte, non isolano dai rumori esterni, quindi vanno utilizzate in ambienti particolarmente silenziosi

 

Le Nostre Opinioni

Le cuffie Grado SR325e sono in grado di riprodurre i suoni nel modo più naturale possibile con un livello di limpidezza eccezionale. Le SR325e rappresentano l’antitesi alla produzione di cuffie di massa: come ogni cuffia Grado, vengono assemblate a mano e sono attentamente progettate per soddisfare anche l’audiofilo più attento ai dettagli sonori.

Possiamo dunque concludere la nostra recensione, affermando che le cuffie professionali Grado SR325e, rappresentano indubbiamente un prodotto di alto livello e di estrema qualità, sia nella componentistica interna, sia nei materiali di costruzione esterni, pertanto, per chi non ha problemi di budget, ne consigliamo assolutamente l’acquisto, specialmente a chi è in cerca di una cuffia caratterizzata da un sound bilanciato ed estremamente nitido, capace di farvi cogliere ogni minima sfumatura sonora presente nei vostri brani musicali preferiti (purché siano di alta qualità), specialmente se si tratta di musica rock, metal, heavy metal e jazz.

 

Voti Finali

  • Design - 8.8/10
    8.8/10
  • Materiali - 9/10
    9/10
  • Comodità - 8.9/10
    8.9/10
  • Qualità Audio - 9/10
    9/10
  • Qualità / Prezzo - 8.6/10
    8.6/10

Il Nostro Voto Totale

8.9/10

 

 

Share Button